Certificato medico di gravidanza: al via la telematizzazione

Certificato medico di gravidanza: al via la telematizzazione

Mediante Circolare n. 82 del 04/05/2017, l’INPS ha inteso fornire indicazioni, ai medici certificatori, alle donne e ai datori di lavoro, riguardanti la trasmissione e la consultazione telematica dei certificati e degli attestati di gravidanza e di interruzione di gravidanza.

Sarà il medico del Servizio Sanitario Nazionale o con esso convenzionato a dover trasmettere telematicamente il certificato, mediante apposito servizio presente sul sito dell’Istituto (con la conseguente scomparsa dell’obbligo di presentazione in formato cartaceo da parte della donna). Tuttavia, vi sarà un periodo transitorio, di tre mesi dalla data di pubblicazione della Circolare in commento, durante il quale saranno ancora ammessi i certificati cartacei.

Anche i datori di lavoro potranno visionare i certificati previo inserimento del codice fiscale della lavoratrice e del numero di protocollo del certificato stesso.

L’Istituto di previdenza ha inoltre fornito specificazioni riguardo:

– le informazioni che i certificati dovranno contenere sia in caso di gravidanza che per le interruzioni delle stesse,

– le modalità di annullamento dei certificati qualora si riscontrino errori riferiti alle generalità della gestante o al suo codice fiscale, viceversa, non è possibile modificare la data presunta parto come previsto dall’art. 21 D. Lgs. 151/2001.

– i contatti dell’Istituto utili a datori di lavoro e lavoratrici al fine di richiedere assistenza in merito.