News

Lavoro occasionale accessorio: novità

L’Ispettorato nazionale del lavoro ha fornito, con la sua prima circolare (1/2016), i chiarimenti sulla procedura di comunicazione preventiva a carico degli imprenditori e dei professionisti che utilizzano il lavoro occasionale accessorio (voucher). I committenti che siano imprenditori non agricoli oppure professionisti dovranno fare la denuncia...

Malattia insorta all’estero: quali adempimenti per il lavoratore?

L’insorgenza della malattia all’estero può riguardare eterogenee situazioni soggettive dalle quali deriva una differente modalità di certificazione. Se la malattia sorge in un Paese della Comunità Europea la normativa vigente prevede che venga applicata la legislazione del Paese dove risiede l’Istituzione competente o quella presso la...

Conciliazione in sede sindacale anche senza procedura

Il Ministero del lavoro ha inteso chiarire, mediante lettera 5755 del 22 marzo 2016, che la conciliazione in materia di lavoro in sede sindacale non deve essere sempre condotta in base a procedure o modalità indicate dai contratti collettivi, tanto più che non sempre i...

Repechâge: onere della prova a carico del datore

Uno dei capisaldi della nozione di giustificato motivo oggettivo è, secondo giurisprudenza pregressa, l’obbligo di repêchage, data la genericità con cui la legge lo inquadra in termini di «ragioni inerenti all'attività produttiva, all'organizzazione del lavoro e al regolare funzionamento di essa» (articolo 3, legge 604/66). Il...

Ticket licenziamento: Indicazioni Inps in merito al recupero

Nei casi di interruzione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per le causali che, indipendentemente dal requisito contributivo, darebbero diritto alla NASpI, è dovuta a carico del datore di lavoro, una somma pari al 41% del massimale mensile NASpI per ogni dodici mesi...

Dimissioni online anche per gli sportivi professionisti

Il Ministero del lavoro, rispondendo all'interpello presentato da Agi (Associazione degli avvocati giuslavoristi), ha incluso tra i destinatari dell’articolo 26 del D. Lgs. 151/2015, relativo alla procedura telematica delle dimissioni e delle risoluzioni consensuali, anche gli sportivi professionisti quali giocatori e allenatori operanti nel calcio, pallacanestro e altri settori...

Legge 104: il suo corretto utilizzo

La Corte di Cassazione ha ritenuto legittimo il licenziamento per giusta causa del lavoratore che, fruendo dei permessi retribuiti previsti dalla legge 104/92, ha effettivamente usufruito solo parzialmente del tempo totale concesso per l'assistenza al parente. Nel caso di specie è stato ritenuto insufficiente l’utilizzo di...

Sanzioni per A.N.F. non corrisposti

Il Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 151, entrato in vigore il 24 settembre 2015, all’art. 22 co. 6 ha riformulato gli importi sanzionatori in caso di mancata corresponsione degli assegni familiari. Il datore di lavoro che non provvede, se tenutovi, alla corresponsione degli assegni è...

Verifiche ispettive per le aziende che hanno usufruito dell’esonero contributivo

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato un Comunicato Stampa con il quale informa circa il rafforzamento delle attività ispettive, in collaborazione con INPS, per identificare i casi di  irregolare fruizione della decontribuzione previdenziale (prevista dalla Legge n. 190/2014 – Legge di Stabilità...

Lavoro accessorio compatibile e cumulabile col sostegno al reddito

L’Inps, con la circolare n. 170 del 13 ottobre 2015 , analizza l’istituto del lavoro accessorio (voucher), e si sofferma sulla sua compatibilità e cumulabilità con le prestazioni di sostegno al reddito (indennità di mobilità, NASpI, disoccupazione agricola, Cassa Integrazione Guadagni). L’articolo 48 del decreto legislativo...