LEGGE MACRON: IL TRASPORTO DELLE MERCI IN FRANCIA

LEGGE MACRON: IL TRASPORTO DELLE MERCI IN FRANCIA

Con l’entrata in vigore, il 1° luglio 2016, della “Legge Macron” (Decreto 418/2016) la Francia estende le proprie disposizioni sul lavoro anche alle aziende straniere che distaccano lavoratori nel trasporto merci su strada e la navigazione interna sul proprio territorio.

Le disposizioni di contrasto al social dumping si applicano ai trasporti di cabotaggio ed a quelli internazionali aventi come origine o destinazione la Francia, restano così esclusi i trasporti in transito. In applicazione delle regole in commento, il conducente straniero dovrà percepire uno stipendio superiore o almeno uguale al salario minimo percepito da un autista francese, attualmente pari a 9,61 euro l’ora, come previsto dalla SMIC (retribuzione minima interprofessionale de Croissance).

Ulteriori aspetti operativi riguardano l’attestazione di distacco (mediante apposito modello “cerfa”) che le imprese distaccanti dovranno presentare, in lingua francese, prima che si verifichi l’operazione di distacco. Inoltre, l’attestazione dovrà essere redatta in duplice copia, una da conservare a cura del lavoratore a bordo del veicolo e una seconda dovrà essere consegnata al rappresentante della società in Francia.
Il datore di lavoro dovrà, infatti, designare un rappresentante che avrà il compito di conservare i documenti e sarà il collegamento con l’ispettorato del lavoro, polizia ed enti statali.

L’attestazione dovrà contenere: – i dati essenziali dell’impresa che utilizza il lavoratore con indirizzo postale ed elettronico; – nome, cognome, data di nascita, del/dei dirigenti dell’impresa distaccante, designazione dell’organismo di sicurezza sociale al quale l’impresa versa i contributi del distaccato; – nome, luogo e data di nascita del distaccato con l’indirizzo di residenza abituale, nazionalità, data e firma del contratto di lavoro ed il diritto applicabile, qualificazione professionale; – salario orario lordo (in euro) e modalità della presa in carico da parte dell’impresa delle spese per vitto ed alloggio; – nome, cognome o ragione sociale del rappresentante in territorio francese, con indicazione di recapiti telefonici ed indirizzi postale ed elettronico; – iscrizione dell’impresa di trasporto nel REN, di cui al Regolamento n.1071/09.

 

Fonte: “Legge Macron” -Decreto n. 418/2016 del 7 aprile 2016, http://www.developpement-durable.gouv.fr, Formalités déclaratives applicables au détachement.